Domande frequenti

Cosa sono i Fiori di Bach?

Sono 38 rimedi estratti da fiori selvatici o germogli di alberi con l’unica eccezione di Rock Water, preparato con l’acqua di una sorgente. Ognuno dei 38 Fiori riequilibra un differente stato d’animo, pertanto sono un valido aiuto per mantenere o riportare le emozioni in equilibrio e aiutarci a superare situazioni difficili.

Come funzionano?

Il ricorso ai Fiori di Bach non aiuta la persona a reprimere gli atteggiamenti e le emozioni negative, ma li trasforma nel loro aspetto positivo. Riportando il benessere emozionale viene stimolato il potenziale di autoguarigione e ciò può contribuire al miglioramento di sintomi mentali e fisici.

Funzionano meglio puri o diluiti?

L’efficacia e la velocità dell’effetto sono le stesse, sia che si utilizzi la boccetta da trattamento sia che si usi il rimedio puro. L’unica differenza è che utilizzando il rimedio puro si spreca il prodotto. L’efficacia non viene compromessa nemmeno se vengono aggiunti a bevande o succhi, oppure se vengono assunti dopo i pasti o dopo essersi lavati i denti. I Fiori di Bach non seguono le stesse regole dei rimedi omeopatici.

Hanno controindicazioni o effetti collaterali?

I Fiori di Bach sono un metodo semplice e naturale. Non hanno nessuna controindicazione e sono totalmente privi di effetti collaterali, perché non contengono alcuna sostanza e non agiscono per effetto biochimico. Possono essere utilizzati contemporaneamente ad altre medicine, pratiche curative o farmaci. L’unica controindicazione può essere relativa al brandy utilizzato per la conservazione dell’acqua della miscela. Per i bambini, per le persone con intolleranza all’alcool o per tutti coloro che non assumono alcool per motivi religiosi si può evitare l’utilizzo di alcool. Questo non pregiudica l’effetto positivo dei rimedi.

I Fiori di Bach creano dipendenza?

Non creano assolutamente dipendenza per le stesse motivazioni per cui non creano effetti collaterali.

Possono sostituire le prescrizione mediche e/o aiutare nella guarigione di malattie?

Assolutamente no. Non sostituiscono la terapia medica nè la prescrizione del medico. Non agiscono sul corpo fisico e non devono essere intesi come una cura fisica, ma come un aiuto a ritrovare il benessere emozionale. Il consulente BFRP consiglia i Fiori e spiega il corretto utilizzo, ma non è un medico e non esegue né diagnosi né terapie.

I Fiori di Bach sfruttano l’effetto placebo?

L’efficacia dei rimedi è stata provata anche in soggetti, solitamente non suscettibili all’effetto placebo, per esempio neonati, animali e piante.

“I cambiamenti sono evidenti e non sono facilmente spiegabili solo come un effetto placebo” afferma Stefan Ball il direttore del Bach Centre, quindi l’invito è quello di provarli e sperimentarli di persona.

Quanto può durare un trattamento con i Fiori di Bach?

La durata della boccetta del trattamento, se tenuta al fresco o in frigorifero, è di circa 3 settimane. La durata del trattamento invece può variare, non esiste una durata minima o massima in quanto è il singolo individuo a decidere in base al suo stato d’animo. Possono essere necessari pochi giorni o diversi mesi. In ogni caso è la persona che deve sentire quando non ha più bisogno di seguire il trattamento, cioè quando il problema per il quale si era iniziato il trattamento è scomparso.

Cosa sono le combinazioni di Rimedi?

Una combinazione di Rimedi è un insieme di Fiori preselezionati, già preparati per alcune situazioni particolari o specifiche condizioni o sintomi.

mg rescue

L’unica combinazione creata dal Dott. Bach è il Rescue Remedy, che viene utilizzata in tutte le situazioni di emergenza e di crisi, quando non c’è il tempo di preparare una miscela personalizzata. Questa combinazione si è dimostrata molto efficace ed ha aiutato milioni di persone per oltre 70 anni in tutto il mondo.

Affidarsi troppo spesso al Rescue Remedy tuttavia non è sempre corretto, perché sarebbe più utile trattare la causa sottostante. Potrebbero essere utili altri Fiori e soprattutto una miscela selezionata per il momento e in base alle esigenze effettive della persona.

Per questo motivo è sconsigliato affidarsi a combinazioni già preparate, che non possono tener conto della reale situazione emotiva, ma che contengono i rimedi più comuni pensati per una determinata situazione. Non tutte le persone però reagiscono allo stesso modo alle situazioni, un mix di rimedi potrebbe essere più o meno adeguato, ma anche la mancanza di un solo rimedio utile potrebbe fare la differenza. Se la miscela già preparata risulta inadatta, le persone inoltre potrebbero non trovare beneficio e attribuire l’insuccesso al metodo del Dott. Bach. Come Practitioner mi permetto di sconsigliare l’uso di questi preparati oppure di utilizzarli essendo consapevoli delle limitazioni di una miscela non appropriata.

Come si preparano le tinture madri vendute in farmacia?

Per la preparazione esistono due metodi, utilizzati dal dott. Bach e ancora oggi dal Bach Centre secondo le sue disposizioni.metodo del sole

Il metodo del sole è utilizzato per la maggior parte dei fiori: in una giornata di sole e senza nubi, si posano delicatamente i petali dei fiori in una ciotola colma di acqua pura. Si lasciano galleggiare   sulla superficie dell’acqua, al sole, per alcune ore. Poi si tolgono i petali e si utilizza l’acqua così potenziata.

Quando il sole è più debole, per le piante più legnose e i fiori dalla fioritura precoce vengono preparate mediante una bollitura di mezz’ora. Al termine si filtra e si utilizza l’acqua.

In entrambi i casi, come conservante viene usato del brandy a 40°, mescolato in parti uguali con la tintura così preparata.

 

mg boccett 2