Oltre il limite

“Una nave nel porto è al sicuro, ma non è per questo che le navi sono fatte.”  William G.T. Shedd

La nostra zona di comfort è come un praticello delimitato da una staccionata bianca,  dove ci sentiamo a nostro agio, siamo molto tranquilli e rilassati, nel pieno controllo della situazione, senza stress e ansia, ma dove ci manca quello stimolo necessario a dare il meglio di noi stessi.

“La vita comincia dove finisce la tua zona di comfort.” Neal Donald Walsch

Usciamo dalla zona di comfort quando ci mettiamo alla prova in situazioni che non conosciamo alla perfezione e che rappresentano una sfida.

Questo comporta sempre affrontare un po’ di fatica, insicurezza, stress, ma se restiamo sempre nella zona di comfort le nostre prestazioni sono piatte, non c’è miglioramento né apprendimento.

“Dove insicurezza, scarsità e vulnerabilità sono al minimo livello. Dove crediamo di potere avere accesso a una quantità sufficiente di amore, cibo, talento, tempo, ammirazione. Dove sentiamo di potere esercitare un certo controllo.” Brené Brown 

Per uscire dalla zona di comfort è necessario accettare e fronteggiare il disagio, ma una volta ottenuto il miglioramento l’ansia scomparirà e saremo nuovamente a nostro agio.

Restare invece bloccati in una situazione negativa anche se conosciuta, piuttosto che rischiare di affrontare l’ansia del cambiamento, può trasformare la nostra zona comfort in una gabbia.

“Corro perché se non lo facessi sarei pigro e triste e spenderei il mio tempo sul divano. Corro per respirare l’aria fresca. Corro per esplorare. Corro per sfuggire l’ordinario. Corro per assaporare il viaggio lungo la strada: la vita diventa un po’ più vivace, un po’ più intensa e a me questo piace.” Dean Karnazes

Dobbiamo imparare di volta in volta quale è il nostro limite e fare un passo indietro se siamo andati troppo oltre.

Spingersi troppo oltre la zona di apprendimento ottimale ci può portare troppo stress e tensione. In questa panic zone c’e solo ansia e agitazione e non c’è più apprendimento.

Alcune persone sono più sicure di altre perché sono uscite costantemente dalla propria zona di comfort, per scoprire come è la vita al di là della staccionata della zona di comfort.

Se cadono, si rialzano.  L’autostima è un’abilità che si apprende nel tempo.

“Varcare la frontiera, significa inoltrarsi dentro un territorio fatto di terre aspre, dure, difficili, abitato da mostri pericolosi contro cui dover combattere. Vuol dire uscire da uno spazio familiare, conosciuto, rassicurante, ed entrare in quello dell’incertezza. Questo passaggio, oltrepassare la frontiera, muta anche il carattere di un individuo: al di là di essa si diventa stranieri, emigranti, diversi non solo per gli altri, ma talvolta anche per se stessi». Pietro Zanini

Wild Rose è il Fiore della Voglia di Vivere.

La descrizione del Dr Bach:
Per coloro che senza una ragione apparentemente sufficiente si rassegnano a tutto ciò che accade, e si accontentano di vivere la vita, prendendola come viene, senza fare nessuno sforzo per migliorare le cose o per trovare un po’ di gioia. Si sono arresi alla lotta della vita senza lamentarsi.

“Il corso di una vita non si presenta come un cammino diritto: somiglia più a un labirinto con vicoli ciechi e sentieri che si aprono solo passandovi. Possiamo trovarci in un punto desiderato soltanto se acquisiamo la capacità di percorrere tragitti curvi, interrotti e complessi, cercando il modo di percorrere quella strada.” Luis Chiozza

La vostra comfort zone è un luogo bellissimo, ma dove non cresce nulla.

“Se non troviamo il modo di realizzare i nostri desideri e se rinunciamo all’azione il nostro animo si popola di sogni.” Luis Chiozza

 

 

There are no comments.

Lascia un commento