Sentimenti ambivalenti

“Mio caro, in letteratura ogni idea ha il suo dritto e il suo rovescio, e nessuno può dire quale sia il rovescio. Tutto è bilaterale nel regno del pensiero, le idee sono ambivalenti. “  Honoré de Balzac

Il termine ambivalenza è una combinazione delle parole latine ambi (entrambi) e valentia (forza, capacità) e significa la coesistenza di emozioni o sentimenti sia positivi che negativi nei confronti di uno stesso oggetto persona o idea.

E’ una condizione che destabilizza e che abbiamo provato tutti qualche volta.

Possiamo nutrire sentimenti ambivalenti in situazioni che ci attraggono e contemporaneamente ci fanno paura. Attrazione e avversione nei confronti di qualche cibo, in campo amoroso, nei confronti di una proposta o di un viaggio.

“V’è quasi sempre un’ambivalenza nel lavoro, che è al tempo stesso un asservimento, una fatica, ma anche una fonte d’interesse, un elemento di equilibrio, e un fattore di integrazione alla società. Quest’ambiguità si riflette nella pensione, che si può considerare come una specie di grande vacanza, o come una caduta tra gli scarti.“ 

 Simone de Beauvoir

In situazioni in cui sperimentiamo insieme attrazione e repulsione il nostro comportamento diventa imprevedibile e contraddittorio, oscilliamo, ci allontaniamo e ci avviciniamo e più ci avviciniamo più la componente respingente ci risulta visibile e obbliga ad allontanarci. Possiamo ripetere questo andirivieni anche molte volte oppure se il disagio ci tormenta possiamo rimuovere la questione.

“Nel correggere la naturale ambivalenza dei sentimenti, la ragione li corrompe, mutilando così l’universo.” Nicolás Gómez Dávila

In questa incertezza le persone decisioniste e portate all’azione soffrono in modo più acuto e il conflitto interiore può provocare stress e tensione.

“Sii paziente verso tutto ciò
che è irrisolto nel tuo cuore e…
cerca di amare le domande, che sono simili a
stanze chiuse a chiave e a libri scritti
in una lingua straniera.
Non cercare ora le risposte che possono esserti date
poichè non saresti capace di convivere con esse.
E il punto è vivere ogni cosa. Vivere le domande ora.
Forse ti sarà dato, senza che tu te ne accorga,
di vivere fino al lontano
giorno in cui avrai la risposta.”    

 Rainer Maria Rilke

Scleranthus – Image Courtesy of The Bach Centre

Scleranthus è il Fiore di Bach dell’Equilibrio.

Nello stato negativo si oscilla continuamente fra due possibilità, da un estremo all’altro. La mancanza di equilibrio interiore si manifesta con oscillazioni e mutamenti di umore in un costante  dilemma, che può essere molto stancante e può essere causa di agitazione mentale.

 Il rimedio dona chiarezza e stabilità interiore.

La descrizione del Dr Bach:

“Coloro che soffrono molto per la propria incapacità di decidere tra due cose, propendendo prima per l’una e poi per l’altra. Sono persone generalmente taciturne, che sopportano da sole le proprie difficoltà e non amano discuterne con gli altri.”

“The best things are easy to destroy
You’re the best thing about me.
Why am I walking away?
 Le cose più belle sono quelle più facili da distruggere
Tu sei la parte migliore di me.
Perché me ne sto andando?”    U2

“Odio e amo. Forse chiederai come sia possibile / non so, ma è proprio così e mi tormento.”

Catullo

“L’ambivalenza è un motivo meraviglioso per danzarci. Ha un ritmo tutto suo.“

Erica Jong

“C’è qualcosa nel modo in cui si muove
che mi attira come non è mai accaduto prima.

Something in the way she moves
Attracts me like no other lover.”  The Beatles

 

There are no comments.

Lascia un commento