Assorbire la luce

“Ci sono due modi di diffondere luce:

essere la candela oppure essere lo specchio che la riflette”

 Edith Wharton

 

Come le falene sono attratte ostinatamente dalle fonti di luce,

così nelle relazioni affettive esistono persone che brillano di luce propria

e attraggono a sé persone bisognose di questa luce.

 

“Verrà forse un tempo in cui la luce interiore uscirà da noi,

in modo che non avremo più bisogno di altra luce.”

Johann Wolfgang von Goethe

Le persone che brillano grazie al loro fascino e alla loro autostima

attraggono a sé altre persone, che hanno bisogno di questa forza luminosa,

sperando di essere aiutate a guarire le proprie ansie e insoddisfazioni.

 

“A volte tutto quello di cui abbiamo bisogno nella vita

è qualcuno che ci tenga la mano e cammini con noi.”

James Frey

Spesso senza esserne consapevoli alcune persone

cercano di prendere un po’ di energia e di luce dagli altri

per consolare la propria tristezza o insicurezza.

Non si accorgono di scambiare gli altri come

“stazioni di rifornimento spirituale”.

 

“Una delle cause principali del fallimento di alcuni matrimoni,

risiede nel fatto che il marito o la moglie

hanno la tendenza ad usare rispettivamente il coniuge come

“recipiente per rifiuti psicologici”.”

Master Choa Kok Sui

 

La continua ricerca di sostegno e ascolto

è un tentativo confuso di conferma della propria esistenza.

Gli adulti bisognosi emotivamente, che non hanno altra risorsa

se non l’attenzione e la dedizione dell’ambiente che li circonda,

devono imparare ad affrontare le loro frustrazioni in prima persona.

 

“Essere adulti è essere soli.”

 Jean Rostand

 

Un amico o un partner non può essere utilizzato come una formula magica per curare le proprie insoddisfazioni, aspettandosi che la sua energia valga per entrambi.

Può funzionare per un periodo limitato,

ma a poco a poco questa luce comincerà a diminuire per poi spegnersi.

“Chi non ha luce in viso, non diventerà mai una stella.”

William Blake

Image courtesy of The Bach Centre

 

HEATHER

Le persone Heather sono immerse nelle proprie vicende e problemi personali e non nutrono un vero interesse per i problemi degli altri.

Hanno bisogno di compagnia e si sentono sole quando non c’è nessuno con cui parlare.

A causa della loro eccessiva loquacità e del loro estremo bisogno di essere sempre al centro dell’attenzione possono diventare dei veri e propri “attaccabottoni” costringendo gli altri alla fuga, con il risultato di rendere ancora più insopportabile la loro solitudine.

Heather aiuta queste persone a distogliere la mente dai loro problemi e a dare meno importanza a sé stessi diventando così bravi ascoltatori e buoni compagni.

Heather – Copyright 2015 © Thebachflowers – Autore del progetto grafico: Alessandro Canu

HEATHER

“Per coloro che sono sempre alla ricerca della compagnia di chiunque sia disponibile, spinti dall’irrefrenabile necessità di parlare dei loro affari con gli altri, non importa di che persone si tratti. Sono molto infelici se devono rimanere soli per un certo periodo di tempo.”

 Edward Bach

  

“Gli uomini, per essere liberi, è necessario prima di tutto

che siano liberati dall’incubo del bisogno.”

Sandro Pertini

 “Ogni tanto c’è una luce bella.
Che fa riflessi su tutte le cose: cielo, occhi, finestre.
Il tempo sorride e le persone s’innamorano.”

 Fabrizio Caramagna

 “Le persone sono come le vetrate.
Scintillano e brillano quando c’è il sole, ma quando cala l’oscurità rivelano la loro bellezza solo se c’è una luce dentro.”
 

Elisabeth Kubler-Ross

Di tanto in tanto, quando viene sera,
fuori dalla finestra un lampione grigio
pare farsi troppo vicino
così tanto che lo si potrebbe toccare.
La luce attira le falene, che armonicamente
intorno a quello sterile gigante di ferro,
rese evanescenti dall’oscurità del cielo,
danzano.

Una danza di morte, sovente,
affrontano con dignità. Come gli uomini,
in trappola in questo sciagurato
ciclo vitale, urtano con violenza
gli spigoli dell’esistenza finchè non giacciono esanimi,
così le falene, attratte e respinte dall’unica
fioca luce che squarcia il nero della notte,
si dibattono, travolte, incuranti del rogo mortale.

Come il tempo le vite umane, così quelle
strane farfalle la luce consuma.
E l’alto lampione s’accende ogni notte
mentre l’eterna sequenza continua e la terra
tace.

Roberta Berardi

PHOTO CREDITS: UNSPLASH

 

There are no comments.

Lascia un commento

error: Copyright © thebachflowers