Il terzo gioiello: Compassion

“Ci sono grandi qualità nelle quali tutti gli uomini si stanno gradatamente perfezionando, concentrandosi secondo le loro facoltà su una o due alla volta. Ci sono quelle che sono state manifestate nelle vite terrene di tutti i grandi Maestri che, di tempo in tempo, sono venuti al mondo per insegnarci e aiutarci a vedere il modo facile e semplice di superare tutte le nostre difficoltà.

Sono le seguenti: amore, compassione, pace, fermezza, dolcezza, forza, comprensione, tolleranza, saggezza, perdono, coraggio, gioia.”

Edward Bach

La terza virtù cara al dott. Bach era la compassione.

La compassione apre il cuore e aiuta a metterci nei panni degli altri.

Sviluppare la compassione permette di comprendere la sofferenza di chi ci sta vicino e ci spinge a cercare di alleviare il dolore che sentiamo negli altri.

La compassione sviluppa la capacità di spostare l’attenzione da noi stessi a ciò che ci circonda. Ci ricorda che non siamo soli al mondo, ma che anche gli altri sono importanti.


“Paziente sia con gli amici sia con i nemici,
tu ti concili con il senso delle cose.
Compassionevole verso te stesso,
riconcigli tutti gli esseri del mondo. “
Tao Te Ching, Capitolo 67
 

Offrire compassione ci avvicina al prossimo, ci rende più sensibili e dona una grande pace interiore.

L’auto-compassione alimenta invece la benevolenza verso noi stessi e sviluppa la capacità di accettarci per quello che siamo.

“La compassione, per come la intendo e per come la intende il Buddismo, non è un sentimento astratto ma una dimensione della mente. È una concreta, positiva disposizione dell’essere umano nei confronti di tutti i suoi simili e di questo piccolo pianeta che è l’unica casa che possiamo abitare. E si basa su di un effettivo e onnipervadente senso di responsabilità universale.”

Dalai Lama

Accogliere la compassione nella nostra vita ci arricchisce, ci dona una forza interiore e una fiducia in noi stessi che diminuiscono le nostre paure e ci aiutano a restare calmi.


“Quando le persone guariranno, diremo loro che le Erbe del campo ce le stanno curando sono il dono della Natura, che è il Dono di Dio; così riporteremo alla fede nell’Amore, nella Misericordia, nella dolce Compassione e nell’Onnipotente Forza dell’Altissimo.”

Edward Bach

Image courtesy of The Bach Centre

HEATHER
è il rimedio per le persone che hanno bisogno di compagnia e si sentono sole quando non c’è nessuno con cui parlare.
A causa della loro eccessiva loquacità e del loro estremo bisogno di essere sempre al centro dell’attenzione possono diventare dei veri e propri “attaccabottoni” costringendo gli altri alla fuga, con il risultato di rendere ancora più insopportabile la loro solitudine.
Heather aiuta queste persone a distogliere la mente dai loro problemi e a dare meno importanza a sé stessi diventando così bravi ascoltatori e buoni compagni.

La descrizione del Dr Bach:
“Per coloro che sono sempre alla ricerca della compagnia di chiunque sia disponibile, spinti dall’irrefrenabile necessità di parlare dei loro affari con gli altri, non importa di che persone si tratti. Sono molto infelici se devono rimanere soli per un certo periodo di tempo.”

“La compassione è la base per ritrovare la vitalità e costruire un mondo più umano.”
Martin Lowenthal

“Questo genere di rimedi esiste in natura, là dove la misericordia del divino Creatore si è prodigata per il risanamento e la consolazione del genere umano.”

Edward Bach 

“I semi della compassione sono dentro di noi e con essi le cause della felicità.”

Dalai Lama

There are 2 comments.

  1. Quale parola migliore a Natale ? Compassione ❤️

Lascia un commento

error: Copyright © thebachflowers